Avevamo già anticipato la partecipazione degli esperti di Village for all a quello che si presentava come un evento tra i più innovativi per il mondo del Turismo Balneare degli ultimi anni.
Una 3 giorni in cui politici, amministratori, tecnici ed imprenditori hanno discusso dell’evoluzione del turismo balneare in Italia.

Un evento impostato dagli esperti con le tecniche della progettazione partecipata nelle macro aree:
1 Management delle destinazioni balneari 
2 Gestione ambientale
3 Gestione delle spiagge
4 Prodotti e scenari futuri
5 Servizi
6 Finanziamenti e risorse
Diversi tavoli di lavoro con tematiche specifiche, dalla Bolkestein, all’erosione, all’abusivismo, alla sanità.

Siamo stati invitati a partecipare per la nostra esperienza in tema di turismo accessibile nel tavolo dedicato alla Sanità ma la nostra mission era quella di far comprendere come il turismo accessibile sia invece un tema trasversale che riguarda tutti gli ambiti di una destinazione: la mobilità, i servizi, l’organizzazione degli eventi, la destagionalizzazione, ecc…

La manifestazione è iniziata con la presentazione dei “position paper” (chi è interessato li può scaricare dal questo sito  G20s.it) sviluppati dagli esperti, ed erano il punto di partenza del lavoro da svolgere.
Il prof. Jan Van De Borg, durante il suo intervento, ha parlato di economia e di sviluppo sostenibile delle destinazioni turistiche per evitare “l’over tourism” (come ad esempio Venezia) e di come l’accessibilità delle destinazioni sia un elemento strategico trasversale e una premessa indispensabile per poter sviluppare il turismo balneare del futuro. Responsabilità sociale ma anche inclusione che, assieme alla sostenibilità (ormai sedimentata nel segmento turistico balneare) devono diventare un prerequisito strategico di base e comune a tutti, nello sviluppo di destinazioni turistiche innovative e all’altezza dei mercati internazionali a cui proporre il turismo balneare italiano.
La seconda giornata è stata dedicata ai tavoli di lavoro specifici: oltre 260 persone hanno partecipato e dato il loro contributo con passione ed esperienza. V4A® ha lavorato al tavolo dei Servizi (dove con la Sanità era inserito il turismo accessibile), del Management delle destinazioni turistiche, della Gestione delle spiagge ed in quello dei Prodotti e scenari futuri.
Abbiamo presentato le nostre Best Practice, frutto di un’esperienza ormai decennale sul mercato, come il “Manuale Operativo per l’accessibilità degli stabilimenti balneari, spiagge e piscine per tutti”, con l’introduzione di Alex Giuzio di Mondo Balneare realizzato e distribuito con l’autorevole patrocinio di Legambiente (ebook che in questi mesi e stato distribuito gratuitamente in migliaia di copie sul nostro sito internet – scarica da questo link https://bit.ly/2LSvqEw) o “La reception per tutti”, altro Manuale Operativo per l’Ospitalità Accessibile distribuito gratuitamente in migliaia di copie e scaricabile da questo link https://bit.ly/2LYGfoJ

Siamo riusciti ad intervenire direttamente nei tavoli

  • Sanità
  • Diversificazione dell’offerta per destagionalizzarsi e innovarsi
  • Riqualificazione delle infrastrutture e degli stabilimenti balneari
  • Governance delle destinazioni balneari e policy turistiche regionali
  • Mobilità e trasporto

Contaminare i tavoli con il tema del turismo accessibile è stato possibile perchè vi era già una sensibilità diffusa tra gli operatori e perchè erano presenti Paola De Donato, esperta di vacanze accessibili, Marcello d’Orsi, tecnico esperto di accessibilità, entrambi rappresentanti del CERPA – Centro Europeo Ricerca e Promozione Accessibilità, e Michele Franz del CRIBA – (Centro di Ricerca e Informazione sulle Barriere Architettoniche) FVG (Friuli Venezia Giulia), Paola Fagioli di Legambiente Turism  che, assieme a Roberto Vitali e Silvia Bonoli di Village for all, hanno fatto un’importante attività di sensibilizzazione tecnica e professionale su Ospitalità Accessibile.

Alla fine della presentazione di tutto il lavoro emerso dai tavoli è stato firmato il documento finale da parte dei Comuni partecipanti ed è stata annunciata la sede del G20s del prossimo anno, che sarà Castiglione della Pescaia, con una tappa intermedia a Riccione.

La chiusura dei lavori ha visto anche la partecipazione di figure politiche importanti, quali gli assessori regionali al turismo FVG, del Veneto, il Vice Presidente Nazionale di Unioncamere, il Direttore Generale del Ministero del Turismo Palumbo e del Vice Ministro alle Politiche per la Famiglia e la Disabilità Vincenzo Zoccano.

Il folto gruppo di professionisti e tecnici del turismo accessibile assieme all'On. Zoccano ViceMinistro Politiche della Famiglia e Disabilita'
Il folto gruppo di professionisti e tecnici del turismo accessibile assieme all’On. Zoccano ViceMinistro Politiche della Famiglia e Disabilita’
  1.  Nel suo intervento l’On Zoccano che ha ribadito come sia importante sviluppare proposte inclusive ed accessibili come elementi di valorizzazione qualitativa dell’offerta turistica. Un dovere ed una responsabilità sociale che hanno anche un importante impatto economico in termini di fatturato. Un volano economico virtuoso che permetterà di rendere sempre più accessibili le destinazioni anche per i cittadini residenti, concetto più volte sottolineato anche dal Sindaco di S.Michele al Tagliamento-Bibione, Codognotto, ideatore del G20s e padrone di casa.

 

 

Link utili

  1. Sito ufficiale del G20s – www.G20s.it
  2. Manuale Operativo per l’Ospitalità Accessibile scaricabile gratuitamente da questo link https://bit.ly/2LYGfoJ
  3. Guida 2018 Destinazione Ospitalità Accessibile – Italia | Croazia | San Marino scaricabile gratuitamente da questo link https://bit.ly/2LYGfoJ